Tonucci News
5.05.2016

Modelli Organizzativi nell’ordinamento sportivo calcistico

I Modelli Organizzativi assumono sempre maggiore rilevanza nell’ambito dell’ordinamento sportivo calcistico, costituendo un utile strumento per ottenere l’esenzione o comunque l’attenuazione delle sanzioni previste dal Codice di Giustizia Sportiva della Federazione Italia Gioco Calcio.

IL FATTO:

Il Codice di Giustizia Sportiva della FIGC (‘CGS’) prevede, agli artt. 12 e 14, che le società sportive siano responsabili anche per i fatti violenti commessi dai loro sostenitori, inclusi:

  • l’introduzione o l’utilizzazione negli impianti sportivi di materiale pirotecnico di qualsiasi genere, di strumenti ed oggetti comunque idonei a offendere, di disegni, scritte, simboli, emblemi o simili, recanti espressioni oscene, oltraggiose, minacciose o incitanti alla violenza;
  • i cori, le grida e ogni altra manifestazione oscena, oltraggiosa, minacciosa o incitante alla violenza o che, direttamente o indirettamente, comporti offesa, denigrazione o insulto per motivi di origine territoriale;
  • i fatti violenti commessi in occasione della gara, sia all’interno dell’impianto sportivo, sia nelle aree esterne immediatamente adiacenti, quando siano direttamente collegati ad altri comportamenti posti in essere all’interno dell’impianto sportivo, da uno o più dei propri sostenitori, se dal fatto derivi un pericolo per l’incolumità pubblica o un danno grave all’incolumità fisica di una o più persone.

Le sanzioni previste a carico delle società possono essere di notevole impatto, essendo queste ultime esposte:

  • all’ammenda fino a Euro 50.000,00;
  • all’ammenda con diffida;
  • all’obbligo di disputare una o più gare a porte chiuse;
  • all’obbligo di disputare una o più gare con uno o più settori privi di spettatori;
  • alla squalifica del campo per una o più giornate di gara o a tempo determinato, fino a due anni;
  • alla penalizzazione di uno o più punti in classifica.

è, tuttavia, previsto (art. 13, comma 1, CGS) che le società sportive possano evitare l’applicazione delle sanzioni qualora ricorrano tre delle seguenti circostanze:

  • è stato adottato ed efficacemente attuato, prima del fatto, un Modello Organizzativo idoneo a prevenire comportamenti della specie di quelli verificatisi, avendo impiegato risorse finanziarie ed umane adeguate allo scopo;
  • la società ha concretamente cooperato con le forze dell’ordine e le altre autorità competenti per l’adozione di misure atte a prevenire i fatti violenti o discriminatori e per identificare i propri sostenitori responsabili delle violazioni;
  • al momento del fatto, la società ha immediatamente agito per rimuovere disegni, scritte, simboli, emblemi o simili, o per far cessare i cori e le altre manifestazioni di violenza o di discriminazione;
  • altri sostenitori hanno chiaramente manifestato nel corso della gara stessa, con condotte espressive di correttezza sportiva, la propria dissociazione da tali comportamenti;
  • non vi è stata omessa o insufficiente prevenzione e vigilanza da parte della società.

Le sanzioni possono comunque essere attenuate qualora ricorrano solo alcune delle suddette circostanze.

Analogamente, per i fatti violenti dei sostenitori previsti dall’art. art. 14, comma 5, CGS, qualora la società sportiva abbia adottato ed efficacemente attuato un Modello Organizzativo e ci sia stata la concreta cooperazione con le forze dell’ordine e le altre autorità competenti, l’autorità giudiziaria sportiva può decidere di non applicare o comunque attenuare le sanzioni.

PERCHÈ È IMPORTANTE:

L’adozione e l’efficace attuazione del Modello Organizzativo costituisce un importante strumento per scongiurare il rischio di applicazione delle sanzioni disciplinari sportive o comunque per invocarne la loro attenuazione.

Ed invero, è stato riscontrato che le società sportive che hanno adottato (ed efficacemente attuato) il Modello Organizzativo previsto dal CGS hanno beneficiato di una sostanziale riduzione delle sanzioni irrogate dal giudice sportivo per i fatti violenti dei sostenitori, con una diminuzione anche fino all’80% dell’entità su base annuale.

Tonucci & Partners presta assistenza per la progettazione e l’attuazione dei Modelli Organizzativi previsti dal Codice di Giustizia Sportiva.

5.08.2019
press

Italia – Russia, rapporti stretti.

Pasquale Silvestro
Intervento dell’Avv. Pasquale Silvestro di Tonucci & Partners su Italia Oggi – Affari Legali dedicato ai rapporti economici tra Italia [...]