Nomi a dominio .it

Tariffe

Indicazione del costo della Procedura nel caso di collegio unipersonale o collegio di tre saggi.

Le tariffe sotto riportate sono espresse in Euro. A tali somme va aggiunta l’IVA (se applicabile) e il Contributo Cassa Forense del 4% (sempre applicabile, anche nei casi di IVA esente). Le tariffe applicabili saranno quelle pubblicate in questa pagina nel momento in cui il ricorrente decide di presentare un reclamo. Essendo il PSRD tenuto ad effettuare, nel corso della procedura di riassegnazione, comunicazioni postali e via fax, alle tariffe che seguono va aggiunto l’importo forfettario di Euro 100,00 a copertura delle spese di comunicazione. Le tariffe e le spese sopra indicate sono onnicomprensive, dall’inizio alla fine della procedura di riassegnazione.

Le tariffe potranno subire nel tempo aggiustamenti o modifiche senza obbligo di preavviso da parte del Prestatore del Servizio di Risoluzione delle Dispute.

Collegio formato da n. 1 saggio
Nome a dominio oggetto della Procedura di riassegnazione      Competenze

1                                                                                                                      € 950,00
2                                                                                                                     € 1.600,00
3                                                                                                                     € 2.500,00
Costo per dominio aggiuntivo                                                               € 200,00

Esempio di pagamento di tariffe + spese di comunicazione per un ricorso avente ad oggetto n. 1 nome a dominio inclusivo di IVA, contributo Cassa Forense e ritenuta di acconto

Euro 950,00 + Euro 100,00 + Cassa Forense 4% + IVA 22% – Ritenuta acconto 20% = Euro 1.122,24

Esempio di pagamento di tariffe + spese di comunicazione per un ricorso avente ad oggetto n. 2 nomi a dominio inclusivo di IVA, contributo Cassa Forense e ritenuta di acconto:

Euro 1.600,00 + Euro 100,00 + Cassa Forense 4% + IVA 22% – Ritenuta acconto 20% = Euro 1.816,96

Esempio di pagamento di tariffe + spese di comunicazione per un ricorso avente ad oggetto n. 3 nomi a dominio inclusivo di IVA, contributo Cassa Forense e ritenuta di acconto:

Euro 2.500,00 + Euro 100,00 + Cassa Forense 4% + IVA 22% – Ritenuta acconto 20% = Euro 2.778,88

Collegio formato da n. 3 saggi
Nome a dominio oggetto della Procedura di riassegnazione      Competenze

1                                                                                                                      € 2.200,00
2                                                                                                                     € 3.000,00
3                                                                                                                     € 4.000,00
Costo per dominio aggiuntivo                                                               € 500,00

Il pagamento delle tariffe di procedura (e del rimborso forfettario delle spese) in favore del PSRD Tonucci & Partners deve essere effettuato anticipatamente rispetto alla presentazione del ricorso, tramite bonifico bancario (indicando come causale “Pagamento tariffa procedura di riassegnazione” e specificando nella causale il nome a dominio oggetto della procedura) utilizzando le seguenti coordinate bancarie:

Studio legale Tonucci & Partners – UniCredit Banca di Roma – Ag. Roma Ferdinando di Savoia IT 96 J 02008 05240 000029475448

Si ricorda inoltre che le spese sostenute da chi presenta un ricorso introduttivo della procedura di riassegnazione sono ad esclusivo carico del ricorrente (anche in caso di accoglimento del ricorso, non avendo il Prestatore del Servizio di Risoluzione delle Dispute alcun potere di disporre a carico della parte soccombente la restituzione delle spese).

Le somme versate dal ricorrente al Prestatore del Servizio di Risoluzione delle Dispute (PSRD) sono da questi acquisite ad ogni evento, anche nel caso di estinzione o sospensione della procedura, salvo che il Collegio ritenga, in casi eccezionali, di disporne la parziale restituzione al ricorrente. Il Prestatore del Servizio di Risoluzione delle Dispute (PSRD) non può dare inizio ad una procedura amministrativa prima del versamento da parte del ricorrente delle spese iniziali.

Qualora il Prestatore del Servizio di Risoluzione delle Dispute (PSRD) non riceva il pagamento entro 6 (sei) giorni dal ricevimento del reclamo, quest’ultimo sarà inteso come abbandonato e la procedura archiviata, fermo il diritto del ricorrente di proporlo nuovamente.