Tonucci News
14.03.2018

Domande e istanze per marchi e brevetti: nuovi modelli per il deposito.

Dal 5 febbraio 2018 è divenuto obbligatorio l’utilizzo dei nuovi moduli per depositare presso le Camere di commercio le domande di qualsiasi tipologia di titolo di proprietà industriale e le istanze ad esse connesse.

IL FATTO

Con circolare dell’11 gennaio 2018, il Ministero dello Sviluppo Economico ha informato che sono disponibili, sull’apposita pagina dei sito istituzionale dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) raggiungibile al link http://www.uibm.gov.it/index.php la modulistica , i nuovi moduli da utilizzare per il deposito, presso gli sportelli dedicati di tutte le CCIAA, delle domande di qualsiasi tipologia di titolo di proprietà industriale (brevetti, marchi, disegni, ecc.) e delle istanze alle stesse connesse (seguiti, annotazioni, trascrizioni, ecc.).

Le principali novità introdotte con la nuova modulistica, finalizzate a migliorare la qualità dei dati acquisiti in fase di deposito delle domande e ad agevolarne l’esame da parte dell’UIBM, riguardano principalmente:

  1. l’inserimento obbligatorio delle informazioni della domanda/istanza riguardanti il richiedente e il domicilio elettivo;
  2. l’indicazione obbligatoria delle percentuali di ripartizione della proprietà del titolo di cui si richiede il rilascio, in caso di presenza di più di un richiedente;
  3. l’inserimento obbligatorio della percentuale dei diritti ceduti, in caso di deposito di istanza di trascrizione di cessione di proprietà di un titolo;
  4. la predisposizione di un nuovo modulo ad hoc, prima inesistente, per depositare l’istanza di annotazione di variazione dell’indirizzo del richiedente/titolare;
  5. la riformulazione della modulistica relativa ai restanti tipi di annotazione depositabili, con particolare riferimento a quelle riguardanti l’assunzione, la variazione e la revoca/rinuncia di mandato.

A partire dal 5 febbraio 2018 è necessario utilizzare la nuova modulistica; quindi, da tale data, tutte le CCIAA sono tenute ad accettare esclusivamente le domande compilate su tali nuovi moduli.

PERCHE’ E’ IMPORTANTE:

Le richieste relative (i) all’indicazione obbligatoria, in caso di presenza di più di un richiedente, delle percentuali di ripartizione della proprietà del titolo di cui si richiede il rilascio e (ii) all’inserimento obbligatorio della percentuale dei diritti ceduti in caso di deposito di istanza di trascrizione di cessione di proprietà di un titolo, consigliano di prestare attenzione a che i documenti contrattuali stipulati tra i richiedenti, nella prima ipotesi, e tra cedente/i e cessionario/i, nella seconda ipotesi, definiscano con certezze dette percentuali, sia per evitare eventuali difficoltà nella compilazione dei moduli sia onde evitare eventuali discrasie e  il possibile sorgere di controversie in punto di percentuale di titolarità tra i soggetti interessati.

11.06.2018
press

Nuovo stadio per 18 mila.

Alessandro Vasta
FONTE: TuttoSport
Tonucci & Partners si conferma advisor di primo livello nel settore dello sport, agendo come advisor legale dell’operazione di realizzazione [...]